PERCHÈ È IMPORTANTE AMARE PRIMA SE STESSI

Quante volte abbiamo sentito dire che prima di amare qualcuno occorre prima amare se stessi, pena l'impossibilità di un amore reciproco? Milioni di volte. Ma quanti di voi ci ha mai creduto seriamente? A volte non abbiamo neanche compreso fino in fondo il significato di quello che ci dicevano amici e parenti. Fandonie! Pensavamo.

E invece un robusto fondo di verità in questa affermazione (avvalorato da centinaia di ricerche scientifiche a riguardo) c'è. Vediamo di capire perché.

img_2923.jpeg

La verità è che se ci sentiamo inferiori, inutili, stupidi, brutti, e addirittura proviamo dei sentimenti di odio nei nostri stessi confronti, questo può davvero interferire seriamente nel rapporto che abbiamo con gli altri. In primis con i nostri partner, con i quali siamo più a diretto e intimo contatto. Come?

Le persone che hanno una bassa autostima tendono a sottovalutare l'amore del proprio partner ("Perché mai dovrebbe amarmi!? Sono così stupido!", pensiamo) e a sottostimare il valore dello stesso ("Pensa che razza di persona deve essere uno che dice di amare me, io che faccio così schifo! Può essere solo un idiota!", di nuovo).

Di conseguenza, le persone che avranno questo tipo di pensieri (e questo vale sia per gli uomini che per le donne) tenderanno a dichiarare anche una minore soddisfazione per il proprio rapporto con il partner e una crescente diminuzione dell'ottimismo circa il proprio futuro nella vicinanza con lo stesso.

Inoltre, le persone che mettono in dubbio il proprio valore hanno maggiore probabilità di sviluppare ansia per il rifiuto e per il giudizio, e questo per ovvie ragioni può seriamente minare la serenità di una coppia. Chi può vivere in serenità accanto ad una persona che ha continuamente paura di lasciarsi andare, o di dire la propria, o di chiedere l'amore oltre che di donarlo? Non è proprio semplice. Il giardino della coppia ha bisogno di un clima rilassato per far sbocciare le proprie rose!

Chi mette in dubbio il valore di sé avrà molto probabilmente un comportamento vigile di monitoraggio dei segnali di rifiuto del proprio partner ("Oddio! Ha storto il naso! Non gli piacciono le mie scarpe! Lo perderò! Sono finita!") e nella maggior parte dei casi interpreterà erroneamente anche i segnali benevoli come ostili e rifiutanti ("Mi ha comprato un nuovo vestito! Pensa che sia ingrassata! Ora lo uccido!!!").

Ora, a parte la difficoltà del vivere serenamente un rapporto, avere poco amore di sé può anche purtroppo portare ad entrare in relazioni ancora più negative di queste sopra elencate. Questo accade non solo quando continuiamo ad amare chi non ci ama, ma quando addirittura annulliamo noi stessi per amare chi ci tratta male, perché in fondo pensiamo di meritarcelo ("Fa bene a dirmi che sono un'idiota! È l'unico che ha capito chi sono veramente!").

Questo è terribile. E chiunque tu sia, se ti accorgi che lo stai facendo, se ti accorgi che stai anteponendo l'amore dell'altro all'amore e al rispetto di te e della tua stessa dignità, smettila. Finiscila. Fallo ora. Chiudi assolutamente questo tipo di relazione, perché può solo portarti del male.

Ma quindi chi ha un'alta stima di sé, ha rapporti migliori? Non necessariamente.

Cadiamo qui nel versante opposto. Chi ama troppo se stesso, come Narciso, finisce per abbracciare la propria immagine riflessa nello stagno, e di conseguenza affogare miseramente nella palude della solitudine e dello sterile elogio di sé.

Nei rapporti, le persone con tratti narcisistici sono spesso interessati a partner che migliorano la propria immagine di sé, e di cui possono bearsi di riflesso perché particolarmente attraenti e di successo rispetto alla restante maggioranza della patetica ed insulsa massa di individui anonimi ("Lui è il più figo e sarà mio! Così saremo la coppia più figa del paese e creperanno tutti di invidia!"). Povero te Narciso!

Accade in questo caso che ciò che può sembrare in superficie come amore e ammirazione possono in realtà rivelarsi (in generale nel giro di poco tempo) semplice sfruttamento o addirittura finzione.

Anche livelli meno elevati di autostima rispetto a quelli eclatanti dei narcisisti, possono portare a sovrastimare le proprie risorse e a sottostimare quelle dell'altro. E questo non è mai un bene se si tende troppo spesso a vedere solo nell'altro la causa delle difficoltà e delle problematiche che normalmente si incontrano all'interno di una coppia.

Ciò che sembra essere più psicologicamente sano è l'accettazione della propria identità di essere umano, cioè l'idea di sé come di una persona fondamentalmente buona e degna di amore, senza la necessità di mettervi continuamente in discussione o di mettere gli altri in ombra.

Quindi: amarsi sì, ma mai permettersi di farlo troppo poco, e sempre ben attenti a non esagerare nel farlo troppo.


Se ti accorgi che questo articolo parla di te o comunque ti riguarda da vicino, non esitare a chiedere aiuto per risolvere il problema. La ricerca scientifica ha dimostrano che negare il problema o attendere può addirittura aggravarlo.

È proprio nella tua città che avrai modo di uscire da questa condizione affidandoti ad uno psicoterapeuta esperto.

Di solito, i tempi di ripristino di una condizione di serenità si aggirano intorno ai soli 2 mesi di psicoterapia. I tempi di maturazione di una vera e propria malattia che in generale portano poi alla finale richiesta di aiuto, possono invece a volte addirittura durare anni (la ricerca scientifica stima che i tempi medi di attesa prima della chiamata allo psicoterapeuta sono addirittura di 10 anni).

Contatta i numeri e gli indirizzi forniti qui sotto per chiedere istantaneamente aiuto.


AUTORE DEL POST

Mi chiamo DANIELE BRUNI e sono uno Psicologo Psicoterapeuta specializzato in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Da anni mi occupo del trattamento dei disturbi della sfera psichica ed emotiva come ansia, attacchi di panico, disturbi di personalità e depressione. Ricevo nel mio studio privato nella centralissima San Benedetto del Tronto a pochi passi dall'Ospedale Civile insieme ad altri professionisti della salute fisica e mentale con cui collaboro a stretto contatto per il benessere completo dell'individuo, della coppia e della famiglia.

CONTINUA A LEGGERE →


logo-daniele-bruni

Prendi un appuntamento con il Dottor BRUNI 
e concorda con lui le modalità e i tempi migliori per incontrarsi rispetto ai tuoi impegni. 

Chiama il numero qui sotto o manda una email per entrare in contatto con il Dottore
e prendere appuntamento presso il suo studio privato.

cellulare

349 83 73 639

studio

STUDIO MEDICO EPITTETO
Psicoterapia & Medicina
Via Silvio Pellico 32/A
San Benedetto del Tronto (AP)

Logo-Studio-Medico-Epitteto

COME RAGGIUNGERMI
Sotto all'Ospedale Civile di San Benedetto del Tronto
Di fronte alla Cabina della Security del Pronto Soccorso
Sopra alla Sanitaria Ortopedica UNIFAR
Primo Piano Interno 1


Nome e Cognome (richiesto)


La tua email (richiesto)

Scrivi qui il tuo messaggio